Con le giornate di sole ed il caldo (alternate alla pioggia)tutto appare più roseo e bello. Tutti sappiamo che con il sole l’umore migliora in quanto è fisiologico infatti in Paesi del nord dove per sei mesi l’anno non c’è luce ma solo buio si combatte maggiormente con il malumore, con la depressione ed i suicidi che sono aimè all’ordine del giorno. Esporsi ai raggi del sole è fondamentale per la qualità dei pensieri e delle emozioni, perché la luce ha un potere benefico sul piano mentale ed emozionale ed il suo effetto agisce anche ad un livello più profondo di quello materiale aiutandoci a migliorare il nostro comportamento ed i nostri sentimenti. Le ricerche scientifiche confermano che, a tutti, il sole porta una nota aggiuntiva di felicità e maggior disponibilità verso gli altri, diffonde il buonumore potenziando la produzione di serotonina, ormone del benessere. Le gradazioni di colore giallo diffuse nell’aria hanno carattere rivitalizzante e sollecitano in modo positivo il plesso solare facendoci sentire più carichi ed energetici.Da noi in Italia (per fortuna) il meteo ci aiuta nei momenti più difficili come da un anno a questa parte….Oltre a nuove aperture e a momenti di maggiore svago stiamo assaporando anche giornate che più che essere primaverili sono estive ed idonee al mese di maggio ormai inoltrato. Da tempo non vi sono più le vie di mezzo, bianco o nero, tutto o nulla, caldo o freddo. L’unica via di mezzo dal sapore ibrido è quella che stiamo vivendo nell’hic et nunc…non è più lockdownma non è nemmeno non lockdown, siamo liberi ma non troppo, metà italiani sono vaccinati ed altri no, metà italiani sono casa da lavoro ed altri attivi lavorativamente etcPer non parlare del governo con sinistra e destra insieme…sembra di assistere alle vicende di Don Camillo e Peppone in quel di Brescello della bella Emilia Romagna mia terra natia. Insomma questo Covid-19 ha riportato senza volerlo la via di mezzo.. Un po e un po e ce lo facciamo bastare perché anche se abbiamo il coprifuoco per le 22 abbiamo del resto tutta una giornata da goderci sempre con le dovute misure di sicurezza: mascherina, distanziamento, igienizzazione etc.  Piano piano comunque ci si abitua a tutto o almeno quasi a tutto e ritengo che il giorno che ci diranno che possiamo rientrare all’ora che ci pare in molti rientreremo per un bel periodo di tempo ancora per le 22 e per i primi giorni avremo quasi timore di sforare. Questo è anche quanto accaduto a molti individui lo scorso 4 maggio 2020 quando il Presidente Conte ci liberò dalla “detenzione domiciliare” e molti per diversi giorni non vollero uscire un po per paura di contrarre il Covid, un po per abitudine perché nella loro casa avevano trovato la giusta dimensione e ormai comunicavano con amici e parenti attraverso zoom, videochiamata, whatsapp etc….Come ci si abitua al meglio ci si abitua anche al peggio e non ce ne accorgiamo perché il meccanismo è come quello della goccia cinese…Poco alla volta e nulla sembra mutare….L’essere umano è una macchina straordinaria e molto complessa basta poco per farla funzionare e basta un nulla per distruggerla. La psicosomatica insegna che ognuno di noi ha un organo bersaglio dove confluisce il nostro disagio mentale e se questo supera una certa soglia a risentirne è proprio l’organo stesso. Da ricerche di esperti si evince che lo stress se protratto nel tempo può portare a malattie anche oncologiche e per questo dobbiamo trovare sempre il nostro equilibrio e non farci distrarre da situazioni non idonee per il nostro benessere…La mente umana è alla base di tutto infatti sidice corpo sano in mente sana (e viceversa).ed io aggiungerei anche in medio stat virtus! Quando insorge un disagio psicologico solitamente si avvertono vari sintomi organici. Mente e soma sono un tuttuno e per funzionare bisogna che vi sia il giusto compromesso tra le parti per un perfetta omeostasi. Questa pandemia ci sta riabituando alla via di mezzo, al giusto accordo tra ciò che possiamo e non possiamo fare, a rinunciare a tante cose ma mai alla speranza e alla voglia di farcela semprecontro tutto e tutti. Ad maiora semper a tutti!

563