L’incipit leopardiano che ha orientato il pezzo su Berlusconi la scorsa settimana potrebbe essere pure la traccia per dettagliare una figura tutt’affatto diversa da quella del leader di Forza Italia.
Stiamo parlando di Carlo Calenda, pronto a candidarsi (senza di avere particolari afflati alternativi al PD) quale Sindaco di Roma per conto della sua “Azione”.
Il fu grande poeta nazionale scrisse un altro testo (“l’Infinito”) che prende avvio in tal modo: “sempre caro mi fu quest’ermo colle e questa siepe, che da tanta parte dell’ultimo orizzonte il guardo esclude”….
Già: è solo dalle scarse notizie che ci sono sopra la sua figura che Carlo Calenda ha basato le sue ampie fortune.
La vox-populi lo ritiene un grande imprenditore: anche se lui non ha costruito proprio nulla, né rischiato niente di suo.
Tutt’al più é stato molto abile ad accodarsi a Luca Cordero di Montezemolo (che conosceva suo padre), prima in Ferrari e poi in Confindustria.
Seguendo pure le scie di Monti prima e del PD poi in politica: dove ha ricoperto pure incarichi di Governo.
Questi fatti possono riscontrarli tutti, guardando una dettagliata intervista che lui ha concesso per una trasmissione condotta da Peter Gomez.
Ora il Nostro vorrebbe candidarsi, da europarlamentare PD e con queste aleae di mistero, a Sindaco di Roma.       Per fare che cosa?
Siamo assolutamente in grado di svelarvi in anteprima il suo intendimento.
A lui spetta il preciso compito di sottrarrre voti di area moderata al candidato di centrodestra nel primo turno, per far andare al ballottaggio Virginia Raggi.
Poi, dietro il pagamento di lauti compensi (posti in Giunta o incarichi nelle Municipalizzate), dirottare i voti al secondo e decisivo turno su Roberto Gualtieri.
È assai nota l’abilità commerciale di Carlo Calenda: siamo certi che i posti in Giunta e pure nelle Aziende Municipalizzate saranno di assoluto rilievo.
Questa certa “soffiata” doveva rimanere segreta, però è ora di dominio pubblico: uomo avvisato mezzo salvato.
Se il giochetto funzionasse Raggi e Gualtieri saranno le opzioni in gioco.
1291