Il titolo che abbiamo voluto porre in testa a questa riflessione potrà sembrarvi un pó riduttivo parlando dei grandi problemi storici, di immagine e di prospettiva che invece dovrebbero assillare un accorto amministratore dell’Urbe.
“Ma come? Io che sono #xyz dovrei raggranellare -spendendo un sacco di soldi- migliaia di preferenze per poi ridurmi a fare un umile servizio civico?   E la magnificenza della funivia che da Monte Mario arriva giù al suono della Banda civica e con il popolo che dice, sventolando le bandierine giallorosse:   guarda #xyz vicino al Sindaco come stanno bene insieme..”
Svegliatevi bambine!
Questo, grossomodo, fu l’arrivo al Campidoglio della banda del buco  “Raggi-M5S” e un lustro dopo ci ritroviamo con buche sparse ovunque e con i tanti motocicli che – appena ne incocciano una- fanno saltare il povero tapino come nei videogiochi. Non va bene così.
Per amministrare una  comunità civica si deve partire dalle umili manutenzioni stradali per poi diventare un coscienzioso ispettore giorno per giorno, zona per zona, di tutti problemi: un amministratore appunto.
Non sono semplici neppure le manutenzioni stradali, precisiamo. Perché, ad esempio, è invalsa da un bel po’ di tempo, la pratica del “mordi e fuggi” pure lì.
Al massimo ribasso nelle Gare.
Esso consiste non più nel far girare grandi camion che gettano asfalto e poi -dietro- quei mezzi, con la grande ruota, che lo pressano ancora fumante.
O, meglio, l’evasione di questi lavori continua a essere pure fatta, ma principalmente sulle Autostrade.
A Roma, per vincere una Gara europea al massimo ribasso che si fa?
Sono in vendita, nei Grandi Centri Commerciali, dei sacchi di nylon riempiti tutto punto con preparato di asfalto che va svuotato nella buca di turno.
Un colpo di pala e il lavoro è fatto. Serve solamente un operaio, tuo cugino (per dire)…..e centinaia di migliaia di € ti entrano in tasca.
10 minuti a buca e il lavoro è fatto.
Fate voi: quante buche, a Roma, sono state tappate in questo modo?
Poi bastano 2 passaggi di mezzi e si sfarina il tutto.   E si ricomincia.
Ecco, amministrare significa pure questo: moltiplicatelo per i 1000 problemi che ha la città e poi ancora elevatelo al quadrato per le ingerenze dei concorrenti e infine al cubo quando vengono aperte cause Giudiziarie e avrete solo 1/5 dei compitii che è vostro dovere assolvere.
Per poi, magari, essere giubilato dal popolo in questo modo: “… ‘anvedi quello sulla teleferica: fino a ieri aveva le pezze ‘ar c…e ora fa il bello col Sindaco. Non lo voto più!”
Benvenuti nell’ Italia reale.
1340

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here