Mentre con disperazione e dolore per i bambini uccisi assieme a quell’eroe anziano, ci domandiamo per l’ennesima volta perché?  Perché un pericoloso squilibrato andava in giro? Perché aveva ancora in casa la pistola del padre morto da mesi? Insomma i soliti perché di una Paese che da troppo tempo ha perso la via della normalità e del buon senso e della giustizia.

Guardate non ci riferiamo solo agli scandali, alle testimonianze da pelle d’oca del sistema “Palamara” e al tanto altro che abbiamo letto in questi mesi sulla inaffidabilità della magistratura, ci riferiamo ad un capitolo costituzionale che da anni si vorrebbe riscrivere tutto senza che ci si riesca, una vergogna e un mistero assieme che ha finito col generare le assurdità, i pericoli, le ingiustizie che vediamo.

Del resto inutile girarci intorno perché anche la giustizia come tutto il resto in questo paese è viziato dal mantra comunista e cattocomunista, non ci riferiamo solo alla architettura ordinamentale e alla sua politicizzazione, ma alla legislazione, interpretazione e applicazione di norme, regole, dispositivi.

In fondo scusate coi comunisti che approvano indulti, amnistie, benefici, sconti e condoni, per mafiosi, criminali e delinquenti vari perché è giusto e umano, mentre rifiutano la pace e il condono fiscale perché ritenuto immorale, vi pare normale?

Vi pare normale perseguitare fiscalmente la gente con ogni mezzo possibile e immaginabile, rendergli la vita insopportabile con la scusa della lotta all’evasione che è tutt’altro rispetto all’ossessione, mentre si eroga il reddito ai delinquenti, si danno le pensioni ai morti, ai falsi invalidi, si bruciano 170 miliardi come hanno fatto i giallorossi senza che nessuno alzi un dito?

Solo da noi si combatte l’evasione con la criminalizzazione del contante che è anticostituzionale, la carta non parla di limiti all’uso della moneta e nemmeno cita quella alternativa, tanto è vero che nei paesi democratici sul serio, dagli States, alla Germania, Austria, Inghilterra e cosi via non esistono limiti al contante eppure la lotta all’evasione c’è eccome, dunque il limite che esiste da noi è un imbroglio solo per favorire le banche, con costi e commissioni a carico dei cittadini.

Insomma tutta la filosofia comunista e cattocomunista scarica sulla pelle dei cristiani, se la cava obbligando i cittadini all’ingiustizia, burocrazia, libertà vigilata, con noi italiani alla fine funziona, ci hanno abituati a tutto dal 46 ad oggi, in 75 anni di Repubblica cattocomunista fra Dc e Pci hanno pervaso e ipnotizzato il possibile e l’impossibile, apposta ci beviamo tutto e accettiamo zitti e buoni.

Provate a vedere che succederebbe in America se vietassero o limitassero i contanti, oppure in Germania, provate a vedere se in quei paesi i pluriomicidi, delinquenti o soggetti pericolosi e segnalati, abbiano il reddito di cittadinanza o quel che sia di vantaggio e di favore.

Provate a vedere se in quei paesi la magistratura ponga immediatamente in libertà chi stupra, spaccia, ruba ed è stato appena arrestato, provate a vedere che succede sulle coste americane se si avvicina alle acque territoriali qualche imbarcazione illegale, ma non solo in America ma anche in Spagna o se fosse la Francia, Malta e così via, solo da noi coi cattocomunisti e con la chiesa si lascia che entri chiunque senza limiti, anzi a braccia aperte.

Da noi succede di questo e di peggio senza che nessuno si accorga oppure si lamenti delle gravità, spesso anticostituzionali che vengono fatte, con una scusa o con l’altra ci chiudono, controllano, obbligano, a vivere come in caserma, come criceti in gabbia, in fila, a passo d’oca allineati e zitti.

Pensate col covid, senza che nessuno ancora ne abbia spiegato inequivocabilmente l’origine, la natura e il perché sia scappato, ci hanno obbligato a cambiare abitudini, ma il peggio vuole che si farà in modo che il cambiamento sia definitivo, non si torni alla vita precedente, per questo ogni giorno c’è qualche variante e caos sui vaccini, per non dire dei richiami mescolati sui quali non c’è esperienza nel tempo degli effetti collaterali.

Col covid hanno stravolto la costituzione, le libertà personali, addirittura adesso col passaporto sul virus avranno un ulteriore strumento di controllo e tracciamento sulla nostra vita quotidiana, quando entriamo in palestra, in un centro commerciale, al ristorante e quante volte lo facciamo, insomma sa molto di controllo sociale e fiscale non vi pare?

Vi sembra normale che un cittadino sconosciuto che sia esercente di un locale, non parliamo di alberghi, debba poter chiedere i documenti personali assieme al covid pass? Vi pare normale che ci parlino di semplificazioni e poi ci prendano in giro con complicazioni cervellotiche e controlli su tutto?

È semplificazione forse lo spid, il pin, la app, il qr code, la password, che per ricordare devi avere un foglio da portare dietro per evitare di essere bloccato, è semplificazione essere obbligati ad un cellulare di ultima generazione o a un pc che bisogna saper usare altrimenti si è isolati dal mondo?

È semplificazione essere obbligati a fare tutto a distanza, a leggere un menù elettronico, un libro informatico, ad avere nel portamonete che si chiama così perché dovrebbero esserci dentro monete e non plastica, carte di credito, bancomat, che poi vanno seguite per sapere se hai speso troppo, quando scadono e se non bastasse bisogna scriversi a parte, il pin, il codice di tre cifre ecc. altrimenti non paga.

Ecco perché nei paesi liberi e democratici veri ti lasciano scegliere se preferisci la moneta elettronica oppure continuare col contante senza limitazioni, si chiama democrazia, libertà, rispetto della cittadinanza, tutta roba che da noi non esiste più con questa o quella scusa, piano piano ci stanno togliendo ogni autonomia e ci stanno obbligando a seguire un percorso di vita con le freccette, coi cartelli indicatori, insomma attenzione cari signori….

Eppure la costituzione dice tutt’altro, tutela la libertà, la privatezza, la facoltà di scegliere, il pensiero, la parola e la scrittura, tutela la famiglia, il lavoro in generale mica solo quello statale, la proprietà privata contro le patrimoniali, i confini, la bandiera tricolore e non la tavolozza, tutela il corpo prima ancora della salute perché, l’habeas corpus è inviolabile, insomma che fine ha fatto tutto ciò? E noi che fine stiamo facendo? Possibile che pensiamo a Zan e bella ciao e non capiamo che succede attorno?

Pensiamoci cari amici, pensiamoci prima che sia tardi, evviva la libertà, la democrazia, il pluralismo e la solidarietà, evviva l’alternanza e la sussidiarietà, evviva il pensiero liberale, abbasso il fascismo e abbasso il comunismo.

 

1125

1 COMMENTO

  1. Caro Alfredo, che la voglia di normalità sia tanta è un fatto assodato e come tutte le cose che si desiderano molto, appena è possibile le usi in abbondanza per poi dimenticartene.
    Quindi passata l’euforia iniziale, dopo si tornerà alla normalità. Certo il Covid non è stata una passeggiata, basta contare i morti, vedere i postumi, ma soprattutto ha inciso il fatto che ci ha trovati impreparati, per negligenza, per incuria, per pressapochismo. Sarebbe bastato un bel piano anti pandemie aggiornato per avere meno danni e meno morti.
    A tutto questo dobbiamo aggiungere che purtroppo per noi, il governo Conte due in carica era formato da assoluti incapaci che non sapevano cosa fare, quali decisioni prendere, dove andare a parare.
    Circa i fatti di cronaca è semplicemente assurdo e figlio della burocrazia il fatto che un soggetto sottoposto a TSO possa disporre dell’arma del padre che nessuno si è preoccupato di ritirare. Dire vergognoso è troppo poco.
    Nell’era digitale dove dovremmo entrare a breve, tutta, dico tutta la PA, di tutto il territorio nazionale, deve poter dialogare con ogni ufficio statale, regionale, comunale, con le Poste, con i Carabinieri, con la PS, con i Tribunali, con qualsiasi archivio. Dovrebbe bastare la presentazione di una domanda qualsiasi dal RdC in su, per scoprire immediatamente se il soggetto richiedente ne ha diritto oppure no. Basterebbero degli algoritmi (ben fatti) per capire se il soggetto ha condanne, reddito, lavoro, familiari a carico, impedimenti, invalidità, carichi sospesi, contenziosi con il fisco, se è un soggetto pagatore o meno… Insomma in un paese digitale non esistono lavoro in nero o evasione fiscale e la Privacy non esiste verso lo Stato o le Istituzioni. P.S. in America non esiste contante, solo carte di credito, se paghi in contanti ti guardano con diffidenza ed in molti casi è impossibiole.
    Purtroppo da noi la Costituzione è stata scritta e pensata da eccellenti personaggi, ma molti di ideologia comunista e l’essere usciti dal ventennio non ne ha certo facilitato la stesura in maniera liberale.
    Inoltre la Magistratura è diventata un organo politico che si sta sostituendo alla Politica, non solo detta le leggi, ma le interpreta come le fa più comodo e mi dispiace per quei tanti Magistrati onesti che quotidianamente si scontrano con leggi machiavelliche fatte apposta per essere aggirate.
    In Italia non esiste la certezza della pena, ma il colore politico dei condannati, se sono rossi devono essere liberati e riabilitati, se sono neri devono morire in carcere; alla faccia della certezza della pena.
    Purtroppo ho paura che sia troppo tardi per cambiare registro, 76 anni al potere hanno fatto della sinistra una corazzata inattaccabile. Sono infiltrati ovunque e sono difficili da stanare e sostituire, ma la speranza è l’ultima a morire.
    Se cominciassimo a mettere Sindaci e Amministratori di CDX, per poi andare a votare in massa e far vincere le elezioni politiche al CDX con più del 50%, forse qualcosa potremmo cambiare, sia nel Paese, sia nella Costituzione, ma siamo sicuri che gli italiani abbiano capito la gravità della situazione e rispondano in massa alla chiamata alle armi? Io non ne sono molto convinto, ma … ai posteri l’ardua sentenza.
    Un caro abbraccio

Comments are closed.