Finalmente l’estate, finalmente molti italiani si preparano alla partenza per località estere o del Bel Paese, tutto sembra essere tornato come prima della pandemia ma le sorprese non finiscono mai…

Arriva il green pass che a sentirlo pronunciare suona come un qualcosa di piacevole ma che invece sta sconvolgendo migliaia di italiani proiettati verso il relax. Se sino a pochi giorni fa il vaccinarsi era ancora considerata una scelta consapevole per molti e non obbligatoria  (solo gli operatori sanitari hanno l’obbligo) ora è quasi l’unica soluzione per poter continuare a frequentare ristoranti al chiuso, bar, palestre, cinema, teatri e dopo il 15 di agosto per poter continuare a prendere treni, aerei etc. E’ stata una doccia fredda in questi giorni molto afosi, per tutti coloro che una scelta non l’hanno ancora attuata e che pensavano casomai di vaccinarsi in autunno. Se si arrivava da un periodo invernale molto frustrante e di quasi reclusione per le chiusure anticipate ed il coprifuoco, ora si sprofonda nuovamente in uno stato psichico di tipo confusionale che non fa altro che portare ad ansia e stress. Per chi non ha il green pass (in particolare penso alle famiglie numerose con soggetti non ancora vaccinati in procinto di partire per il mese di agosto) il tutto apparirà come una maledizione, come la tegola che cade in testa, come la nube di Fantozzi. Mai potevamo pensare che a fine luglio si potesse pensare di limitare la libertà altrui e che per molti diventasse un problema organizzarsi in tempo per la partenza programmata casomai da mesi. Penso più che altro ai no vax… Cosa faranno? Preferiranno rinunciare alla loro libertà personale di movimento e di intrattenimento o preferiranno rinunciare alla loro libertà di pensiero per ottenere il green pass? “Essere o non essere” pronunciava l’Amleto di William Shakespeare…è questo è il vero dilemma dell’estate 2021… Un estate indimenticabile…

395
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here