È da poco la notizia che Gianni Pittella si candiderà alla carica di sindaco della sua Città, Lauria MA non si dimetterá dalla carica di Senatore. La legge prevede che in caso di elezione a Sindaco, in comuni al di sotto dei 15mila abitanti (Lauria conta meno di 15mila abitanti) Pittella possa detenere entrambe le cariche: di Senatore e di Sindaco. Questo è quanto emerge da esponenti della corrente pittelliana.Gianni non si dimetterá dalla carica di Senatore in caso di elezione a Sindaco.

E qui sorge una riflessione. Andreotti soleva dire “A pensar male si fa peccato ma delle volte ci si azzecca”. Mi chiedo e vi chiedo.
Questa candidatura è un atto d’amore verso la propria cittadina o un modo per rientrare nell’agone politico regionale, considerando anche il restringimento di spazi che il taglio dei parlamentari, Senatori e Deputati, comporterà nella prossima legislatura nel parlamento nazionale?

 

 

“Questo articolo non rappresenta la linea del PLI, ma viene volentieri ospitato su Rivoluzione Liberale, che come linea editoriale da sempre pubblica tutte le opinioni del variegato mondo liberale .”

140
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here