D’ora in poi i romani della terza età ossia coloro che hanno superato i 65 anni e che rientrano nella categoria non più “green” avranno tutelati i loro diritti in quanto avranno un garante che si farà portavoce delle loro problematiche a cui affidarsi in caso di bisogno come avviene già per il Garante dell’infanzia, dei detenuti etc.
Il tutto nasce dalla volontà del Movimento dei Seniores di Forza Italia capitanato dal Prof. Alberto D’Ettorre noto geriatra oltre che responsabile dei Seniores di Roma promotore dell’iniziativa insieme alla Dott.ssa Stefania Cacciani psicologa e criminologa responsabile dei Seniores nel Municipio 1 da anni attiva con il suo progetto “Salute e benessere nella terza età” dove a titolo gratuito organizza seminari nei 150 centri anziani
di Roma e al Dott. Antonio Fugazzotto autore per la Rai di varie trasmissioni e responsabile per la regione Lazio del Movimento.
Grazie al contributo del Presidente dell’Assemblea Capitolina Marcello De Vito è stata proposta la delibera per il garante poi promossa a gran voti dai vari consiglieri capitolini.
Un grande successo per questo Movimento tanto amato dal Presidente Silvio Berlusconi che riporta dignità all’anziano e lo rende protagonista in una società che tende a reputare i diversamente giovani uno scarto della società ed un peso a carico dello Stato.
Con il garante della terza età non ci saranno più cittadini di serie A o di serie B ma si otterrà una parità sociale, maggiore rispetto sconfiggendo il pregiudizio nei confronti dell’anziano e portandolo al livello dei più giovani considerati il futuro ma con da oggi uno sguardo maggiore rivolto verso il loro prezioso passato.

 

 

“Questo articolo non rappresenta la linea del PLI, ma viene volentieri ospitato su Rivoluzione Liberale, che come linea editoriale da sempre pubblica tutte le opinioni del variegato mondo liberale .”

209
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here