È, quella del titolo, una figura ormai desueta di questi tempi, inspecie nel settore pubblico.
Eppure vorrei ricordarla per poterci mettere, tutti quanti, nei panni di un Capo del Governo (di qualsivoglia colorazione, ndr.).
Ebbene, tu hai -carte alla mano- la  #provaprovata che un virus del tutto malefico, incontrollato e incontrollabile, sta decimando il tuo Paese (soprattutto le persone più deboli).
Aspetti; non credi che tutto ciò possa essere vero; intanto senti i rintocchi delle campane a morto, soprattutto nella Pianura padana e nelle valli orobiche. Aspetti ancora.
Devi pur mandarli tanti camion militari per raccogliere le povere salme e inumarle senza una parola di conforto per i familiari e neppure una preghiera in loro ricordo.
Ti si stringe il cuore come non ti è mai accaduto, perché tu non hai vissuto i tempi della guerra.
Ti giri intorno e vedi che il mondo intero è con poche bare, troppi sono i defunti: ché li devono pure sotterrare in fosse comuni.
Vi stiamo raccontiamo delle balle, o no?
Abbiamo vissuto su di un altro pianeta oppure in una epoca del tutto immaginaria, o no?
Tu parteciperesti con il cuore a tutti quei funerali per significare che lo Stato non mollerà mai e che farà anche l’impossibile per evitare altre bare e altri camion militari in fila indiana.
Ti impegni allo spasimo per attivare un Consorzio Mondiale e per trovare un qualche vaccino capace di dominare la bestia (ogni riferimento a fatti o persone è puramente casuale).
Gli USA sono scettici e la Cina non fa altro che circoscrivere e silenziare tutto.
Il Consorzio va avanti, studia, sperimenta, studia, lavora e…trova.
Si producono più vaccini.
Intanto i morti aumentano.
Combatti contro altri Paesi e realtà continentali per acquisire più dosi e riscontri pure che c’è il furbo: qualcuno che salta la coda.
Ora che il vaccino ce l’hai, tu devi mettere in piedi la rete che ti  possa far raggiungere molte città, colline, campagne, passi di montagna,  pianure, financo isole e isolette: così è composto questo variegato Paese, che deve far vaccinare milioni di persone nel più breve tempo possibile.
Nel frattempo terremoti,  disgrazie climatiche e pure violenze di ogni genere massacrano la tua nazione.
Ebbene, per metterla in breve: nel mentre riesci a sistemare tutto questo c’è una parte (piccola, per fortuna) della tua popolazione che se ne… fotte (scusate per il brutto termine, ma quando ci vuole ci vuole, ndr)… dei vaccini e pure della mortalità!   È tutta una congiura.
Perché se non lo avete notato noi abbiamo anche dei vicini di casa che sono del tutto autoreferenziali e che pure quando si ammalano… tu non puoi proprio lasciarli andare per le praterie dell’Aldilà!
Perché tu sei il Capo di un Governo che vede pure assaltata la sua casa da dei gruppi di fascisti che vogliono imitare quel… Gran Capo indiano mascherato  che avrebbe voluto impossessarsi nientepopò di meno che del Campidoglio USA.
Un emblema di democrazia quello, ben più di quel Palazzo Chigi, che è … robetta al confronto.
Tu che fai, Mario?
Sciogli quell’accampamento nero di squadristi, o fai finta di nulla?
Perché quegli scaltri vandali hanno commesso più reati penali e civili di un mafioso e tu non potresti proprio voltarti dall’altra parte.
Forse perché si sentivano coperti da qualcuno, i fascisti.
Sarebbe, quella del proprietario di casa, una grave omissione d’atti d’ufficio.
Sei a Capo di un governo largo, supportato da una vastissima maggioranza dove non dovrebbero esserci dubbiosi.
Avresti la tentazione di sbatterli tutti in galera, quei fascisti, e buttare via le chiavi.
Perché un sano liberalismo va bene, ma non fino a questo punto…
Però sei compresso e devi lasciar decidere il Parlamento: dopo però di aver dato il tuo fermo parere di condanna.
Sennò l’opposizione ti accuserebbe di eccessiva morbidezza.
Ce lo aspettiamo il tuo severissimo parere di condanna.
E che poi il Parlamento voti pure.
O vuole scappare pure da questo?
1049
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here