Sbaglieremmo  -e non di poco- ove presumessimo che la loro provenienza origini da una unica imbarcazione.
Quei profughi parlamentari che si dibattono disperatamente tra i marosi di una politica per loro del tutto aliena, tempestosa e instabile, furono imbarcati nel Transatlantico di Montecitorio prima e poi nei gommoni di salvataggio col logo “M5S”;  sono espressivi sia di un elettorato di sinistra che di destra ed hanno pure generato due alieni esecutivi: targati Conte1 e Conte 2.

Insospettabili pensionati pubblici accompagnati da giovani virgulti palestrati (talvolta scapestrati);  ovvero laureati senza meta che ballavano il tip-tap con nonne e vedove oltremodo affascinate dall’affubulazione seriale del barbuto comico genovese.
Non parliamo poi della mossa ardita di nullafacenti (soprattutto campani, nello specifico) che pure hanno avuto il loro “ristoro” col reddito di cittadinanza.  Che, spesso, é stato erogato in maniera impropria  in quella sorta di gioco del “Monopoli” che è la nostra finanza pubblica.
Dopo di aver fatto una iniziale e fallimentare esperienza di governo gialloverde con la parte “cattiva” (non la peggiore per la verità) della destra, quei disperati parlamentari sono stati salvati (nello schema giallorosso) ad opera degli scafisti PD.
È -quest’ultimo partito- quello che “tira su” parlamentari a iosa, a prescindere, tanta é la disperata volontà di non fare mai i conti con un popolo che una identità di sinistra per la verità -PCI, DS, PDS, PD e… ci mettiamo pure Bertinotti- non ha mai avuto.
Tranne le due assai perturbate “parentesi” targate Prodi e Renzi.
Poca cosa, questa, rispetto a un “sentiment” massivo nazionale davvero sinistrorso.
Perché -piaccia o no- questo nostro popolo é, per la sua grande  maggioranza, centrista o moderato: ché solo una forzata logica bipolare ha incanalato verso dei nuovi mostri alieni.
Tipo Berlusconi (prima e seconda maniera, siamo alla terza oggi) o Salvini-Meloni: posto che il trio non si è mai perigliato di creare una classe dirigente sostitutiva degna di questo nome. Del resto li possiamo pure capire:  non sono provvisti di alcun gommone di salvataggio perché si giocano sempre il tutto per tutto ogni volta, sennò che destra sarebbero mai questi?
A differenza dei più giovani virgulti pentastellati, che sono stati…. “collaudati” (diciamo così) da più parti: ora proni al vezzo PD, posto che sono troppo preoccupati solo di salvare il proprio vitalizio.
1342
CONDIVIDI