Ci risiamo.

La nuova “Ita-Airways” ha già steso (ma lo tiene nascosto in fondo al cassetto) l’ennesimo Piano di ristrutturazione della Compagnia: nata sulle ceneri della defunta Alitalia

Un documento che non è stato svelato neppure in occasione della tradizionale presentazione dei suoi vertici alla IX^ Commissione (Trasporti) della Camera dei Deputati

Alcune tendenze prospettiche però già sono trapelate

Ad esempio che Lufthansa, Air-France-Delta e Klm, sarebbero gli interlocutori in prospettiva privilegiata

 

“Dal 15 ottobre al 31 dicembre 2021” -ha detto il Presidente della Compagnia Alfredo Altavilla- “noi abbiamo trasportato 1,26 milioni di passeggeri e fatturato 86 milioni di Euro.

ITA ha chiuso il 2021 con “risultati in linea con il business plan” ha aggiunto l’ad Fabio Lazzerini.

Comunque la Società avrebbe investito meno del previsto anche a causa della pandemia ed avrebbe pure risparmiato sulle spese del personale

Siamo finalmente sulla strada giusta

Viste le precedenti esperienze è più che legittimo dubitare: tuttavia la “cura light-dimagrante” sindacale dovrebbe pure aiutare a produrre degli effetti positivi

Noi, quindi, sospendiamo sia le nostre previsioni che i nostri giudizi, anche perché siamo in presenza di una situazione di emergenza globale nel movimento delle persone tutt’affatto che facile.

1094
CONDIVIDI