È, quella del titolo, una rimembranza giovanile collegata a quel gioco che è il Monopoli.

Essa ci è tornata alla mente dopo di quella “geniale”… folgorazione politica di tornare in ginocchio dal Presidente Sergio Mattarella: per implorarlo di accettare -per la seconda volta nella storia- di fare il “bis”.

Solo che, non possiamo ometterlo, il “senza passare dal Via” significa il non ritirare il denaro che a quel passaggio è susseguente.

Questa è la unica variante che rimane attiva: al solito, i denari li incasseranno, eccome, i parlamentari, senza di aver affatto adempiuto al proprio dovere. Il solito risparmio mancato.

Non è accettabile neppure la risibile scusa che tutta la colpa è del popolo italiano che, nel 2018, votò in modo… anomalo.

Il punto è che tutta la politica maggioritaria ha perso l’ultimo straccetto di dignità che ancora aveva… sopra le pubenda.

Questo accadimento non può neppure essere portato come scusa per i propugnatori del… “il PdR va eletto direttamente”, per rifarsi una verginità.

Perché il Presidente deve essere collocato al di fuori di qualsiasi contesa politica: essendo al di sopra di essa.

Ora attendiamo il discorso introduttivo del riconfermato Presidente: sarà ricco di potenti scudisciate come lo fu quello che pronunziò Giorgio Napolitano alla politica tutta intera?

Speriamo.

930
CONDIVIDI