Questa settimana saremmo tentati di intitolare la Rassegna Stampa “News of the World”, come monito per certa gente, indifferente e sprezzante dei valori morali. Ecco come finisce chi calpesta questi valori, fondamentali e intoccabili nei paesi anglosassoni, dove etica e morale sono ancora alla base della politica. Cosa c’entra questo con noi? Scorrendo i quotidiani inglesi e leggendo i commenti sul caso Murdoch, il tycoon australiano viene paragonato al nostro Primo Ministro nel modo di agire, privo di ideologia, ma fomentato dagli interessi,  niente idoli in politica, ma solo soci… Chris Bryant (laburista, membro del Parlamento inglese), nel suo discorso al Parlamento dice “ perlomeno Berlusconi vive in Italia, Murdoch non vive in questo Paese”… Affermazione molto pesante! In molti hanno ormai percepito che il nostro governo è danneggiato dal fatto che i media sono controllati dal Primo Ministro. In Gran Bretagna i governi temono da anni il magnate dei media, che li manipola e influenza la loro politica, situazione paradossale da noi  dove il “magnate” è a capo del governo e tira le proprie corde. In Inghilterra la gente si dimette perché consapevole di essere troppo coinvolta e viene arrestata per aver giocato con il fuoco.

“The Guardian” come l’”Herald Tribune” per un paio di giorni  hanno parlato esclusivamente del banchetto a base d’orso della Lega, il ché non è molto gratificante. “Le Figaro”, “Le Monde”, “Liberation”, “Le Nouvel Observateur” ,  “The Wall Street Journal”, “The Washington Post” , “The New York Times”  e lo spagnolo “El Pais”, si sono concentrati sul “Piano di Austerità”  e sulla nostra economia. Entrambi vengono guardati e studiati attentamente, con molta diffidenza. Ma l’impressione è che non siamo convincenti, per niente. E questo è preoccupante.  C’è stato poi qualche accenno  ai disordini causati dall’apertura del cantiere per la TAV, commenti superficiali ad un evento che invece è stato molto grave… Ma forse il saperci “isolati” al di là delle Alpi fa stare l’Europa più tranquilla…Fantastico.

Bryant ha cominciato dicendo che diversi membri del Parlamento,  coloro che avevano condotto il dibattito riguardante l’influenza di Murdoch in Gran Bretagna “erano stati minacciati”. Ha poi aggiunto: “abbiamo lasciato che un uomo influenzasse di gran lunga la nostra vita nazionale. Almeno Berlusconi vive in Italia, ma Murdoch non risiede in questo Paese… Nessun altro Paese permetterebbe ad un uomo di raccogliere 4 testate nazionali, la seconda rete televisiva del paese, il monopolio sui diritti sportivi e film in prima visione. L’America, patria degli imprenditori più intraprendenti, non lo permette, e non dovremmo farlo neanche noi…”

D. Vallese, “Italy’s bear politics”, “The Guardian”, 5 Luglio 2011. “… Spezzatino di orso, costolette di orso, bistecche di orso. Per i palati più sofisticati addirittura stufato di orso. Sono state queste le portate principali offerte, Domenica scorsa, al banchetto della Lega Nord in Trentino. Il banchetto era una forma di protesta contro il progetto Life Ursus che – dal suo inizio nel 1996 grazie ad una raccolta fondi dell’UE – ha permesso la reintroduzione dell’orso bruno nelle Alpi… Al centro del dibattito c’è Maurizio Fugatti, segretario della Lega Nord in Trentino, che si oppone ad alcuni ministri del PDL (parte della stessa coalizione)… I ministri avversari hanno commentato l’evento senza mezzi termini: “barbaro” e ”sconcertante”  sono stati gli aggettivi utilizzati  dal Ministro degli affari esteri Franco Frattini, e da Stefania Prestigiacomo, Ministro per l’ambiente per descrivere il banchetto… L’accaduto ha preso più una piega politica che etica. Siamo tuttavia abituati a questo genere di comportamenti da parte dei rappresentanti di questo partito: nel 2001 Bossi, il loro Leader è stato condannato per vilipendio alla bandiera nazionale, che aveva definito “carta igienica” in diverse occasioni pubbliche…”

J. Hooper, “Sell, sell, sell: everything must go on great fire sale”, “The Guardian”, 1 Luglio 2011. “ Si era detto che l’indebitato governo di Berlusconi avrebbe raccolto contanti per mezzo delle privatizzazioni. Ma un pacchetto di misure fiscali in fase di ultimazione nel Consiglio dei Ministri di questa settimana, sembrerebbe prevedere solo una svendita…”

M. Mora,”Todos fastidiatos, excepto el Gobierno”, “El Pais”, 1 Luglio 2011. “… L’opposizione, i sindacati e gli amministratori hanno duramente criticato la manovra economica del governo. Anche Confindustria chiede di più…”

C. Emsden, “Data From Italy Point to Truble Ahead”, “The Wall Street Journal”, 4 Luglio 2011. “ Appena presentato l’ambizioso piano per riequilibrare il bilancio entro il 2014, importanti indicatori finanziari segnalano guai in vista. La disoccupazione è aumentata a Maggio e un sondaggio sulla produzione in settori chiave ha mostrato una contrazione in Giugno. Nel frattempo, la manovra da 47 miliardi di euro presentata dal governo questa settimana,  getta un’ombra sulle prospettive di crescita…”

S. Cohen, “Italy’s Banks Sail in Choppy Waters”, “The Wall Street Journal”, 5 Luglio 2011. “ Il Pronto Soccorso bancario europeo ha un nuovo paziente: le banche italiane… In realtà, il settore bancario italiano è in ribasso da Marzo, quando sono cominciate a circolare le prime voci di una nuova crisi greca. Le riserve delle 5 più importanti banche italiane han perso intorno al 27%, in media, dall’inizio dell’anno…”

G. Zampano, “Berlusconi scraps Measures Senna s Favourable to His Firm”, “The Wall Street Journal”, 5 Luglio 2011. “ Il Primo Ministro Silvio Berlusconi ha inaspettatamente scartato una controversa misura, inclusa nel Piano di Austerità del governo, che avrebbe permesso all’azienda di famiglia del premier di evitare il pagamento di 750 milioni di euro come risarcimento ad una azienda rivale in causa da anni La misura, introdotta con nonchalance in due paragrafi… avrebbe permesso alle aziende e ai singoli coinvolti in cause civili e condannati al pagamento di un risarcimento maggiore di 20 milioni di Euro, di sospendere il pagamento fino all’ultimo grado di giudizio… Per la legge italiana, si può ricorrere in appello due volte prima dl verdetto finale… La decisione è arrivata dopo un Martedì di fuoco con i rivali di Berlusconi, che sostenevano avrebbe aiutato la Fininvest… In 17 anni di governo non è la prima volta che Berlusconi viene accusato, dall’opposizione e dai media, di utilizzare la sua posizione per aiutare l’azienda di famiglia, che include la più grande emittente televisiva privata italiana…”

G. Pianigiani, “Italy: Auserity Measure Withdrawn”, “The New York Times”, 5 Luglio 2011. “ Il Primo Ministro Silvio Berlusconi ha ritirato Martedì una controversa clausola, presente nel Piano di Austerità, che avrebbe permesso, ad una delle sue aziende di famiglia di evitare, temporaneamente, il pagamento di una pesante multa in una disputa legale… Berlusconi ha detto che la misura era “necessaria” per proteggere sia le compagnie che i privati…”

“Berlusconi retire une mesure favorable à son groupe après une vive polemique”, “Le Nouvel Observateur”, 5 Luglio 2011. “ Il Capo del governo italiano Silvio Berlusconi ha annunciato martedì, il ritiro di una misura che ha suscitato molte polemiche nel paese ed era stata percepita come favorevole alla sua azienda, condannata ad una pesante sanzione finanziaria nel caso Mondadori… “ l’opposizione ha lanciato una nuova crociata, pensando che questa misura potesse applicarsi ad una società del mio gruppo, tra mille potenziali beneficiari”, ha detto il Cavaliere…”

G. Zampano, “Italy Moves to Reignite Economy”, “The Wall Street Journal”, 6 Luglio 2011. “ Al di là della solidità fiscale, molti analisti dicono che l’Italia dovrebbe essere  maggiormente preoccupata per la sua prosperità a lungo termine. Nel primo quadrimestre, l’economia italiana è cresciuta dello 0,1%, mentre l’eurozona è cresciuta, nel complesso, dello 0,8%…”

J. Weisenthal, “Oh, There Is One Country Doing Bad This Morning…”, “Business Insider”, 8 Luglio 2011. “ I mercati sono  per lo più tranquilli … ma ce n’è uno che è inadempiente… ed è l’Italia… La produzione industriale è scesa dello 0,6%, molto di più del ribasso del 0,1% previsto…”

AFP per “Le Monde”, “Silvio Berlusconi ne souhaite pas se répresenter en 2013”, 8 Luglio 2011. “… Berlusconi spiega, in un’intervista a Repubblica, che lascerà il posto ad Angiolino Alfano, ex ministro della difesa, ora alle redini del Partito…”

R. Heuzé, “TGV Lyon-Turin: La France et l’Italie ne cèderont pas”, “Le Figaro”, 6 Luglio 2011. “ All’indomani di violente scene di guerriglia, che hanno segnato Domenica scorsa l’apertura del cantiere per la futura linea del TGV, che deve attraversare  la Val di Susa, la commissione incaricata del progetto si è riunita mercoledì a Roma per rassicurare Bruxelles sulla volontà di Francia e Italia di andare avanti… Il tunnel dovrebbe essere finito nel 2023. Permetterà di andare da Chambéry a Torino in 73 minuti, contro i 152 attuali. Permetterà anche di raddoppiare il traffico ferroviario su questo asse.”

CONDIVIDI